Emergenza acqua alta: COME CONTRIBUIRE. Due possibilità indicate da Diocesi e Caritas veneziana per aiutare persone in difficoltà e chiese danneggiate

Venezia, 15 novembre 2019

In queste ore di emergenza stanno giungendo alla Diocesi di Venezia numerose richieste da parte di donatori che desiderano contribuire economicamente per i danni causati alle persone e alle chiese dall’eccezionale acqua alta del 12 e del 15 novembre.

La Diocesi di Venezia ringrazia di cuore quanti desiderano offrire un contributo umano e anche economico e indica due concrete possibilità:

 

Contributi alla CARITAS VENEZIANA per il sostegno a persone in grave difficoltà in conseguenza dell’acqua alta

Intestato a: DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA

Banca Intesa Sanpaolo

IBAN IT65 D030 6909 6061 0000 0006 662

BIC BCITITMM

specificando la causale “aiuto caritas acqua alta 2019”

 

Contributi alla DIOCESI per la pulizia, riapertura e restauro delle chiese e degli altri beni culturali danneggiati

Intestato a: DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA

Banca Carige

IBAN IT 22 K061 7502 0010 0000 0098 380

BIC CRGEIRCC

specificando la causale “aiuto chiese acqua alta 2019”

 

Tutti i contributi ricevuti saranno pubblicati mensilmente sul sito www.patriarcatovenezia.it.

  • fino al 6 dicembre 2019 sono stati raccolti € 18.353,00 a favore della Caritas Veneziana per il sostegno a persone in gravi difficoltà;
  • fino al 6 dicembre 2019 sono stati raccolti € 8.070,50 a favore del restauro delle chiese del centro storico;