16 luglio: un appuntamento per i giovani a Venezia, il pellegrinaggio delle 7 chiese

A Venezia martedì 16 luglio 2024 sarà proposto per i giovani, per la prima volta, il Pellegrinaggio delle Sette Chiese, adattando la tradizione romana (nata dalla creatività di San Filippo Neri) ad alcuni luoghi significativi per la fede cristiana nel centro della città lagunare. Questa proposta, curata dal Centro Diocesano Vocazioni con la collaborazione della Pastorale universitaria, vuole essere un cammino spirituale in forma di “vigilia-itinerante” con catechesi per ogni tappa e riferimenti alla bellezza delle chiese veneziane. Ad ogni sosta vi sarà una meditazione, offerta ogni volta da un presbitero diocesano diverso, che si concluderà con una breve preghiera ed un suggerimento per l’orazione personale nel cammino verso la tappa successiva.

Questo pellegrinaggio è pensato per il giovani dai 18 anni in su ed ha un carattere vocazionale, nel senso più ampio del termine: vuole essere un modo per meditare sui doni di Dio e sulla necessità di vivere un’esistenza donata. Le Sette Chiese, come evento diocesano, si colloca all’interno della settimana che guarda alla solennità del Santissimo Redentore: sarà dunque un appuntamento che aiuterà a prepararsi spiritualmente a questa festa veneziana incentrata sul mistero pasquale della Salvezza. L’appuntamento per i giovani è fissato per martedì 16 luglio alle ore 20.30 presso la chiesa parrocchiale di San Silvestro, a due passi da Rialto, dove il Pellegrinaggio sarà introdotto e iniziato. Tra le chiese interessate vi sono la basilica di San Marco, San Salvador, San Zaccaria e la basilica della Salute. Al termine vi sarà un piccolo momento di festa e di convivialità nei locali del Seminario Patriarcale.

Per partecipare non è necessaria una quota di iscrizione. Si consiglia l’uso di scarpe comode, una borraccia d’acqua, di portare una corona del rosario e un taccuino per gli appunti delle meditazioni. Ulteriori informazioni si possono richiedere al Centro Diocesano Vocazioni, scrivendo a vocazioni.venezia@gmail.com.

(articolo tratto da Gente Veneta n. 26/2024)