PATRIARCA DI VENEZIA
mons.
FRANCESCO MORAGLIA
  • Biografia
  • Omelie, discorsi e interventi
  • Motore di Ricerca

    Sede Patriarcale metropolitana - Regione Eccl. Triveneto - Patriarca di Venezia.: mons. Francesco Moraglia
    E-mail Diocesi: ufficiostampa@patriarcatovenezia.it 
    Mercoledi 23 Aprile 2014  Patriarcato di Venezia  Organigramma  Patriarca Emerito  Biografia  
    Biografia   versione testuale
    Patriarca Emerito Card. Marco CŔ
    C╔ Card. Marco
    C╔ Card. Marco
    Il Cardinale Marco CÚ, Patriarca emerito di Venezia (Italia), Ŕ nato ad Izano in provincia di Cremona e Diocesi di Crema, l'8 luglio 1925 da una modesta famiglia di piccoli agricoltori. Ha compiuto gli studi classici presso il Seminario Diocesano e ha conseguito la maturitÓ presso il liceo "A. Verri" di Lodi.
    Si Ŕ trasferito poi a Roma come alunno del Seminario Lombardo e ha compiuto gli studi Teologici presso la Pontificia UniversitÓ Gregoriana e il Pontificio Istituto Biblico; presso quell'ateneo ha conseguito la laurea in teologia dommatica e la licenza in Sacra Scrittura.
    Al suo rientro in Diocesi, dopo aver ricevuto l'ordinazione sacerdotale il 27 marzo 1948, gli venne dato l'incarico di vicerettore del Seminario e l'insegnamento della Sacra Scrittura. Nel 1957, fu nominato rettore del Seminario, pur continuando ad insegnare. Fin dalla sua istituzione, ha presieduto la Commissione Liturgica Diocesana ed ha seguito da vicino l'attuazione della nuova liturgia nella Diocesi.
    Oltre all'attivitÓ didattica e agli incarichi diocesani si Ŕ dedicato con particolare impegno alla predicazione di ritiri spirituali ai giovani dell'Azione Cattolica e di esercizi spirituali al clero.
    Il 22 aprile 1970 venne eletto da Paolo VI alla dignitÓ episcopale, designato alla Chiesa titolare di Vulturia e nominato Vescovo Ausiliare del Cardinale Antonio Poma nel governo pastorale della Diocesi di Bologna. La cerimonia dell'Ordinazione Episcopale avveniva, in occasione della SolennitÓ di Pentecoste, il 17 maggio di quell'anno, nel Duomo di Crema. Il 29 giugno veniva accolto nella Diocesi bolognese con una solenne concelebrazione nella Basilica di S. Petronio.
    Nei sei anni di permanenza a Bologna, si Ŕ impegnato, tra lĺaltro, per la costruzione e lo sviluppo della seconda Chiesa della caritÓ dedicata alla Vergine di S. Luca, a Borgo Panigale; ha seguito inoltre da vicino l'opera che i sacerdoti e laici bolognesi hanno intrapreso in Tanzania, recandosi a visitare la missione.
    Dopo sei anni di permanenza a Bologna, il 30 aprile 1976 veniva nominato da Paolo VI Assistente Ecclesiastico Generale dell'Azione Cattolica, succedendo nell'incarico a Mons. Luigi Maverna, a sua volta designato Segretario Generale della CEI.
    Nell'Azione Cattolica ha riversato tutta la preziosa esperienza pastorale, spirituale e culturale acquisita nella sua instancabile attivitÓ diocesana. All'Associazione egli ha dedicato le sue energie fino al momento in cui, dopo la repentina scomparsa di Papa Luciani, Giovanni Paolo II lo ha chiamato, il 7 dicembre del 1978, a reggere il Patriarcato di Venezia.
    Dal 5 gennaio 2002 Ŕ Patriarca emerito di Venezia.
    Da Giovanni Paolo II creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 30 giugno 1979, del Titolo di S. Marco.
    á

    Stampa questa pagina Segnala questa pagina