Education

“Mission impossible”

Questa sezione vuole fornire un supporto etico, religioso, scientifico, culturale in tema di Pastorale della Salute.

Coniugare queste quattro caratteristiche può sembrare impossibile e non sappiamo se ci riusciremo, ma è esattamente quello che ci proponiamo. Possono sembrare addiruttura incompatibili tra loro, e forse in qualche circostanza lo sono davvero. Ma i contrasti stimolano riflessioni che cercheremo di condividere alla ricerca di una possibile risposta.

Del resto, se ci pensate bene, questa “mission impossible” è semplicemente il compito quotidiano che ogni operatore della salute affronta ogni giorno. E allora perché non parlarne?

Un’ultima considerazione sul titolo della sezione: è inglese, ma è un termine talmente usato che è ormai entrato nel nostro lessico, come moltissimi altri. Significa “formazione” e viene usato in tutte le accezioni, anche non scolastiche, come ad esempio nella continuing medical education (CME).

uesto significato è anche paradossalmente più vicino a noi di quanto pensiamo poiché deriva etimologicamente dal latino ex-ducere, letteralmente “portare fuori”. Ricorda in realtà la prima e più antica abilità del formatore: la capacità di sviluppare le predisposizioni di ciascuno, ma anche – diremmo oggi – raccoglierne le osservazioni e controdeduzioni, in una interazione dialogica virtuosa che arricchisce in realtà entrambi (e consente al formatore di verificare efficienza ed efficacia del proprio impegno). Cosa che almeno in parte vorremmo fare anche noi, ascoltando la vostra voce che invitiamo a farci sentire.

Questa abilità si chiama Maieutica, letteralmente “(l’arte) della levatrice” ed era impiegata da Socrate 400 anni prima di Cristo. E noi cosa riusciremo a “portare fuori”?

Aspettiamo le vostre osservazioni, critiche e contributi!!!

La Commissione Pastorale della Salute

 

 

I DOCUMENTI SONO INSERITI NELLE SOTTOSEZIONI: