Esercizi Spirituali Diocesani

Tutti i corsi nel calendario 2019-2020 sono intonati dal versetto posto a conclusione di un episodio narrato nel libro degli Atti degli Apostoli: “Uscito dall’acqua andava per la sua Via, pieno di gioia” (At 8,39). Si riferisce al funzionario etiope che, evangelizzato e battezzato da Filippo, diventa “nuova creatura”.
Chi ha partecipato, anche solo una volta, agli esercizi spirituali diocesani ha vissuto qualcosa di analogo.

Nel contesto semplice e familiare della Chiesa, si è accompagnati ad ascoltare e comprendere la parola del Signore, riscoprendo il progetto di Dio su ciascuno, per così dire il “nome”, i “doni” ricevuti e radicati nel battesimo, per accoglierli e farli fruttificare a vantaggio dei fratelli.
La bellezza della vita cristiana è colta nella chiamata di tutti (non solo persone colte o raffinate o “super”) alla santità a partire dalla grazia battesimale – terreno di tutti i carismi e ministeri – e nutrita dall’ascolto della Parola, dal sacramento della riconciliazione – seconda “tavola di salvezza” dopo il battesimo-, dalla centralità della domenica e dell’eucaristia, nell’esercizio sempre più radicale della carità.


Sono offerte proposte adatte al tratto di vita concreta che ciascuno si trova a percorrere, per età, condizione, stato di vita, servizio … :

  • È ormai buona tradizione collocare in OTTOBRE, mese missionario, gli esercizi per l’UNITALSI
  • Un buon numero di opportunità sono offerte a TUTTI (Giovani e adulti insieme): l’incontro tra generazioni si è rivelato motivo di fecondità e ricchezza nel clima degli esercizi spirituali, dove ciascuno è chiamato per nome, ma nell’unico Popolo di Dio radunato dalla sua Parola. Tali appuntamenti sono distribuiti nell’arco di tutto l’anno:
    • Tra NOVEMBRE e DICEMBRE (8-10/11; 22-24/11; 13-15/12), al termine della formazione degli animatori dei gruppi di ascolto e all’inizio dell’Anno pastorale, mentre ripartono attività, convocazioni, servizi: è possibile così radicare ogni impegno nella fedeltà alla propria vocazione battesimale.
    • A GENNAIO e FEBBRAIO, nella ripartenza dopo Natale, sono suggeriti anche ai catechisti, ai gruppi parrocchiali o zonali, alle collaborazioni pastorali.
    • Ci sarà poi almeno una data in QUARESIMA e nel TEMPO DI PASQUA – sfruttando la giornata festiva del 1 maggio – si potrà effettuare un corso più lungo e intenso: saranno occasioni particolarmente opportune per riscoprire il battesimo come sorgente del dono dello Spirito e della Chiesa.
  • Ai GIOVANI che preferiscono un percorso specifico per loro sono dedicate due opportunità in Quaresima: 28/2-1/3 dai 18 anni; 13-15/3 giovanissimi 15-18 anni.
  • Per gli SPOSI è previsto un appuntamento in cui si potranno accogliere anche famiglie con figli piccoli (27-29 marzo) e due esperienze per SPOSI con figli (tendenzialmente fino ai 13-14 anni), in cui sarà assicurata l’animazione per bambini e ragazzi (17-19/4 e 15-17/5).