emergenza acqua alta 2019

La Curia patriarcale ha predisposto una apposita sezione dell’Ufficio Amministrativo per coordinare l’azione delle singole parrocchie del centro storico e della laguna di Venezia nello sforzo di affrontare le conseguenze degli eccezionali eventi meteorologici e dell’acqua alta che hanno colpito la città a partire dal 12 novembre 2019.

Sin da subito è importante:

  • fotografare e documentare i danni subiti dagli edifici di culto;
  • aprire il sinistro con la propria compagnia assicurativa;
  • conservare la documentazione fiscale delle prime spese affrontare per il ripristino della chiesa

Contatti: emergenza2019@patriarcatovenezia.it | 041 270 24 23 (provvisorio)
arch. Andrea Gallo

 

Cosa prevede l’Ordinanza 616 del Capo dipartimento della protezione civile nazionale:
Disposizioni urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificativi a partire dal 12 novembre 2019 nel territorio del Comune di Venezia.

Tra le diverse tipologie di interventi affidati al Commissario delegato sono previsti:

  • un immediato sostegno al tessuto economico e sociale nei confronti della popolazione e delle attività sociali di culto, economiche e produttive colpite da danni direttamente causati dagli eventi calamitosi attraverso l’erogazione di un contributo fino al limite massimo di € 20.000,00 per ogni singola attività sociale di culto, economica e produttiva, riconosciuto nella parte eventualmente eccedente non coperta da polizza assicurativa (art. 3, §3,5).
  • la possibilità di richiedere la sospensione delle rate dei mutui relativi a edifici sgomberati ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici.
  • particolari deroghe per il conferimento delle immondizie.

 

Indicazioni operative per i parroci e gli amministratori parrocchiali:

  1. coloro che hanno subito danni a causa dell’eccezionale fenomeno meteorologico sono invitati a darne immediata comunicazione alla Curia patriarcale emergenza2019@patriarcatovenezia.it;
  2. i parroci e gli amministratori saranno contattati per fissare un sopralluogo entro i successivi 8 giorni e compiere una prima ricognizione;
  3. l’ufficio della Curia coadiuverà i parroci e gli amministratori a preparare la modulistica per la richiesta del contributo economico fissato dall’ordinanza 616.
  4. successivamente l’ufficio di Curia indicherà l’iter per predisporre l’intervento di restauro dei beni danneggiati.