Progetti

COORDINAMENTO RETE DI SOLIDARIETÀ DIOCESANA per emergenza SARS-Cov-2

Gestione Numero Verde e mail “SOS Caritas” e distribuzione di viveri e buoni.

COORDINAMENTO FONDO SAN NICOLÒ

C.A.S. Centri di accoglienza straordinaria, in convenzione con la Prefettura di Venezia

Servizi per richiedenti asilo accolti in n° 7 appartamenti dislocati su Venezia, Mestre, Mira.

MIGRANTES IN CARITATE finanziato con i fondi 8×1000

Il progetto Migrantes in Caritate è un’iniziativa Promossa dalla Caritas Veneziana e approvata da Caritas Nazionale che intende promuovere, attraverso specifiche attività di formazione laboratoriali e di consulenza personalizzata, una rinnovata sensibilità comunitaria e solidale nei gruppi Caritas operativi nella diocesi di Venezia e/o nelle singole parrocchie.

 

 

A.P.R.I. Caritas italiana

In continuità con le precedenti edizioni del progetto “Protetto. Rifugiato a casa mia” prosegue il sostegno alle esperienze di accoglienza di persone già presenti sul territorio nazionale che versano in una condizione di bisogno, di vulnerabilità e/o emarginazione in funzione della loro integrazione. In tale ottica, è previsto il necessario monitoraggio e accompagnamento di tali percorsi da parte della Caritas diocesana.

Collaborazione con gruppo di sostegno Coro “Voci dal mondo” (10 accoglienze) + 1 accoglienza giovane nigeriana.

Materiale informativo

CORRIDOI UNIVERSITARI in partenariato con università IUAV di Venezia

Caritas Italiana ha intenzione di aderire al consorzio coordinato da UNHCR e il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (MAECI) finalizzato a istituire la seconda edizione dei corridoi universitari per i rifugiati dall’Etiopia all’Italia. Pertanto, Caritas Veneziana, selezionata da Caritas italiana, si è messa a disposizione per l’accoglienza di n.2 studenti rifugiati (arrivo previsto per settembre 2020) che beneficeranno di due borse di studio bandite dall’Università Iuav di Venezia che aderisce al progetto “University Corridors for Refugees – UNICORE 2.0 (Ethiopia – 2020/2022)” come passo successivo all’adesione al Manifesto dell’Università inclusiva.

SCUOLA DI LINGUA E CULTURA ITALIANA PER STRANIERI in partenariato con la Fondazione Giovanni Paolo Primo

Progetto di insegnamento della lingua italiana per stranieri rivolto all’utenza straniera delle accoglienze diocesane ed aperto alla cittadinanza fino alla concorrenza di un numero di 40 posti.

L’obiettivo è fornire gli stranieri di strumenti conoscitivi utili all’integrazione sul territorio, alla facilitazione dell’accesso ai servizi pubblici e sociali, all’autonomia nella tutela dei propri diritti e nella comprensione dei propri doveri durante la permanenza in Italia, per una maggiore condivisione del vivere civile caratterizzante il nostro stato sociale e ammortizzante conflittualità e incomprensioni.

START ME UP in partenariato con Casa di Amadou e Fondazione Trevisanato

Progetto di accoglienza per migranti vulnerabili e/o migranti lavoratori con difficoltà abitativa. Il progetto è stato pensato per migranti vulnerabili, ormai fuori dai circuiti istituzionali di accoglienza o che vogliano lasciarli, e per migranti lavoratori in difficoltà a reperire una sistemazione alloggiativa.

SPAZIO PAROLA OLTRE LE DISTANZE 

Progetto di supporto psicologico su numero verde in tempo di emergenza sanitaria da SARS-Cov-2.

Caritas Veneziana non può ignorare le paure, le insicurezze, la tristezza, lo stress, il senso di impotenza, che questo virus porta con sé nelle case e sulle strade. Ecco perché lo spazio parola, che Caritas Veneziana ha sempre riservato a chi ha bisogno di ascolto, deve continuare ad esistere oltre le distanze.

Per questo Caritas Veneziana ha pensato di continuare ad assicurare l’ascolto ed un supporto psicologico telefonico a tutti coloro che già seguiva, e a tutti coloro che sentono, anche per la prima volta, di avere bisogno di supporto psicologico, in questo tempo di angoscia e paura.

TI FACCIO UN PO’ DI COMPAGNIA

Il progetto affianca quello di “Spazio parola”.

La solitudine non deve fare paura… Componendo il numero verde, che compare nel volantino, è possibile confrontarsi, confidarsi o semplicemente avere un po’ di compagnia. Risponderà un volontario pronto ad ascoltare, nella più totale riservatezza.

Di cosa parliamo? È il progetto editoriale e sociale nato attorno ad un mensile intitolato “Scarp de’ tenis” che racconta in modo semplice e chiaro le tematiche della povertà, della emarginazione e della strada….ma con gli occhi e le parole di chi le vive!

L’idea è nata oltre venti anni fa a Milano e oggi è ormai presente in tantissime città italiane. Da pochi mesi anche nella nostra diocesi.

Scarp è diffuso e (in parte) scritto da persone gravemente emarginate e senza dimora, soggetti che conoscono o hanno conosciuto la vita di strada, i dormitori, l’esclusione, la difficoltà di un reinserimento sociale e lavorativo. Per costoro è un’occasione di espressione, di affermazione della propria dignità, di lavoro, di integrazione del reddito, di ricostruzione delle capacità relazionali. Ciascuno dei venditori e molti degli autori sono seguiti, nel percorso di recupero e reinserimento, da operatori e servizi Caritas.

Scarp de’ tenis oggi ha una tiratura totale nazionale di 14 mila copie a numero. Qui a Venezia, coinvolgendo 8 venditori che si turnano, ogni mese si sono vendute circa 400 copie.
In dieci anni il progetto ha dato sostegno, per periodi brevi o lunghi, a circa 600 persone senza casa o in condizioni di grave difficoltà. Circa 50 persone senza dimora hanno trovato casa e lavoro stabili grazie a Scarp.

Al venditore spetta 1 euro x ogni copia venduta e il resto (2,50 euro x ogni copia) all’editore. Ogni venditore è riconoscibile perché indossa una borsa, un cappellino e una pettorina di colore rosso.

www.blogdetenis.it

PROGETTI IN FASE DI AVVIO

PROGETTO CASA DI ACCOGLIENZA “MUNEGHETTE”

Il Progetto ha come fulcro l’edificio “Pensionato Le Muneghette” di proprietà dell’IRE (Istituto di Ricovero e di Educazione Venezia), che si trova a Venezia, centro storico, ed è una struttura di valore anche architettonico, che si sviluppa attorno a un grande cortile privato, composta di tre piani con stanze, singole o doppie, con servizi igienici e cucine comuni.

AMBULATORIO CARITAS DI PROSSIMITÀ “SALUTE SENZA CONFINI”

L’ambulatorio di prossimità intende garantire il diritto alla salute e la promozione della dignità delle fasce più deboli mettendo a disposizione, di tutte le persone e delle famiglie in difficoltà e senza reddito, un importante servizio gratuito di assistenza medica specialistica di carattere essenziale o urgente.

OSSERVATORIO SULLE POVERTÀ

Avere uno sguardo critico e attento sulla realtà, come punto di partenza, per conoscere il territorio, le dinamiche che in esso si sviluppano e le persone che lo abitano. È questo il primo obiettivo dell’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse, uno strumento della Chiesa diocesana, affidato a Caritas. Alla conoscenza delle situazioni di povertà, di disagio, di emergenza e di esclusione delle realtà locali, si affianca la valorizzazione delle risorse caritative, operanti nella Diocesi.

CORRIDOI UMANITARI di Caritas italiana

I Corridoi Umanitari rappresentano una via legale e sicura per le persone costrette a fuggire da guerre e persecuzioni, messa in atto per combattere i trafficanti, scongiurare le morti in mare e garantire sicurezza ai migranti e a coloro che li accolgono.

La parrocchia “Maria Immacolata e S. Vigilio” di Zelarino ha aderito al progetto; gli arrivi sono previsti per settembre 2020.