Cammino di Avvento e Natale 2018

Ufficio evangelizzazione e catechesi – in collaborazione con Caritas diocesana e San Vincenzo Mestrina

– anno C –

 

SCARICA la TRACCIA: ♦ Cammino_di_Avvento2018.pdf

SCARICA gli ALLEGATI: ♦ Allegato A   ♦ Allegato B

SCARICA lo SCHEMA:  SCHEMA per le 4 settimane

CLICCA QUI  se cerchi INFO sull’Incontro della Carità – domenica 16 dicembre 2018

Quattro ingredienti… per un solo cammino: da dosare ed “amalgamare” a seconda delle esigenze di ciascuna parrocchia.

LA PAROLA DI DIO

La liturgia domenicale – anno C (Vangelo di Luca) – ci propone un percorso di preparazione su un aspetto essenziale della nostra vita di fede: l’INCONTRO con il Signore Gesù. Il tempo di Avvento, infatti, sempre educa il nostro desiderio di incontro con il Signore, insegnandoci a vivere ogni attimo come occasione favorevole ad esso e, allo stesso tempo, rivelandoci il fine ultimo di questo nostro pellegrinaggio sulla terra.

UN’IMMAGINE: LA VISITAZIONE

L’anno in cui si celebrano i ‘500 anni dalla nascita di Jacopo Robusti, detto il Tintoretto, per noi veneziani è un’occasione preziosa di riscoperta del nostro patrimonio artistico-religioso come una delle più alte espressioni di annuncio del kerygma, tema sul quale il Patriarca Francesco ha chiesto di ricentrare tutta l’azione formativa e pastorale. Il telero della VISITAZIONE, appartenente al ciclo di dipinti della Scuola Grande di San Rocco, è l’immagine scelta per accompagnare questo nostro cammino, anche perché esso rappresenta in modo originale l’episodio evangelico che la liturgia ci offre nella 4^ domenica di Avvento.

NELLA VITA DEI RAGAZZI

Bambini e ragazzi per lo più passano il loro tempo sull’altalena di sentimenti ed emozioni. Sanno essere tanto simili ai due personaggi fermi sui lati di questo quadro, quanto assomigliare all’impeto d’entusiasmo ben rappresentato nell’abbraccio delle due donne. Possono riconoscersi in tutti e quattro, proprio perché li sappiamo capaci di brontolare e trovare mille scuse, come gettarsi a capofitto nelle nostre proposte e/o nei loro impegni quotidiani. Non sarà difficile perciò trovare esempi per richiamare alla loro mente gli atteggiamenti da verificare in questo tempo d’Avvento.

UN IMPEGNO PERSONALE IN VISTA DELL’INCONTRO DELLA CARITÀ

Come Maria si è “alzata” e si è messa in viaggio – in fretta – verso la cugina Elisabetta, così anche noi siamo chiamati a non “restare seduti” sulla poltrona sbiadita di un Natale consumista, ma a riempire il tempo della Festa della gioia cristiana. La Caritas veneziana e la San Vincenzo Mestrina, attraverso la raccolta “Avvento di fraternità” lanciano quest’anno un appello a tutti i bambini della diocesi e alle loro famiglie per sostenere attività d’aiuto per i più poveri.

Operazione: “Tintoretto anch’io”⇒ I salvadanai bianchi che arriveranno, tramite i catechisti, sono affidati a ciascun bambino e vanno personalizzati disegnando/colorando un’immagine che trasmetta il titolo dell’incontro della Carità: TI VENGO A TROVARE. Saranno portati personalmente dai bambini domenica 16 dicembre in Basilica, nell’appuntamento con il Patriarca Francesco.